iRobot

La iRobot è un’azienda americana che è stata fondata nel 1990 con un obiettivo ben preciso: creare tecnologie e dunque robot che potessero essere messe al servizio delle persone per migliorarne la vita di tutti i giorni.

Sembra proprio che questo obiettivo sia stato ampiamente raggiunto, in quanto l’azienda vanta la vendita di oltre 25 milioni di robot in tutto il mondo, utilizzati per tanti scopi differenti. E negli ultimi anni i suoi robot aspirapolvere Roomba sono stati tra i più acquistati in assoluto, poiché sono prodotti affidabili, resistenti ed efficienti.

Sono stati inseriti sul mercato nel 2002 e da allora restano ai vertici delle classifiche, coprendo circa il 70% di questo mercato. Ad oggi contiamo 9 generazioni di robot Roomba, che partono da modelli più basilari fino a robot aspirapolvere di livello molto elevato.

La quasi totalità dei modelli di questo brand è programmabile, nel senso che si può decidere quando far partire il robot e quali stanze pulire in perfetta autonomia, anche quando ci si trova fuori casa. Quando la pulizia sarà completata, il robot sarà in grado di tornare alla propria base.

Ciò avviene anche quando il robot sta per scaricarsi. E proprio a proposito della base, abbiamo delle differenze importanti tra i vari modelli. Infatti alcune basi sono semplicemente delle postazioni di ricarica, mentre altre sono delle vere e proprie torrette dotate di un serbatoio per la polvere. In questo modo il robot si svuota autonomamente tramite un sistema di aspirazione, e questo permette a chi li acquista di non dover svuotare il piccolo serbatoio del robot continuamente.

Inoltre, i modelli più avanzati sono dotati di mappatura laser o tramite telecamere dell’appartamento, in modo da riuscire a memorizzare gli ostacoli e la pianta della casa. Sono inoltre controllabili tramite app e alcuni anche attraverso comandi vocali, grazie ad Alexa e Google Assistant.