In questa pagina parliamo di un prodotto che è in assoluto tra i migliori, se non il migliore, tra i robot aspirapolvere prodotti da Roomba. Parliamo infatti del Roomba 980, uno dei robot di gamma alta, e tra i migliori anche tra quelli della serie 900, che sono tutti, comunque, ottimi prodotti.

C’è da dire che a livello di potenza di pulizia questo dispositivo eguaglia robot di fascia molto più bassa, perché la tecnologia di aspirazione alla fine è quella, ma si distacca enormemente dal punto di vista dell’utilizzo e della comodità: di seguito abbiamo raccolto le nostre impressioni nell’utilizzo, mentre leggendo solamente la sezione delle conclusioni avrete modo di leggere, in modo sintetico, gli aspetti positivi e negativi di questo robot.

Tutto ciò che si può desiderare

Il robot aspirapolvere Roomba 980, possiamo dire, è tutto ciò che un utente si aspetterebbe da un robot aspirapolvere. È comodo, funziona bene, si orienta bene, ha una buona qualità della pulizia (stranamente però la potenza di aspirazione non è così alta) e poi ha un sistema di orientamento meticoloso e preciso.

Quando lo facciamo partire, grazie alle sue telecamere fa una piantina della casa utilizzando una serie di punti di riferimento, e inizia a pulirla in modo metodico, stanza per stanza, visto che le stanze le riconosce automaticamente. Ha un’autonomia in linea con i Roomba inferiori, quindi di due ore, ma a differenza di quando abbiamo utilizzato i robot della stessa marca ma della serie 700/600 non c’è bisogno di limitare in alcun modo la pulizia: ci pensa infatti da solo, e fin quando non ha terminato di pulire una stanza non passa alla successiva. A parte ciò, comunque, ci sono due muri virtuali nella confezione che consentono di non farlo andare in alcune parti della casa, se non vogliamo.

Organizzazione ottimale

Potremmo chiederci che cosa succede se l’appartamento è particolarmente grande e lui non riesce, nella sua autonomia di due ore, a pulirlo per intero: quando ha terminato l’autonomia, come tutti gli altri robot, torna automaticamente alla stazione di ricarica, e si ricarica in tre ore. Poi, però, se non aveva finito... Riparte! Torna al punto dove era rimasto, con la pulizia, prima della fine della carica, e riparte a pulire da lì, finché non ha finito. Solo quando ha finito tutta la casa torna alla stazione di ricarica e rimane lì.

È quindi un robot adatto a chi non sta mai in casa che quando arriva vuole trovare la casa pulita. Ma che cosa farà il robot mentre non ci siamo? Se la nostra paura è che si metta a bighellonare invece di pulire, non c’è problema: il robot si può controllare in remoto tramite l’app per smartphone di Roomba.

Se vogliamo che ad un certo punto smetta di pulire, perché abbiamo ospiti e dobbiamo rientrare, glielo diciamo con lo smartphone iOS o Android e lui se ne torna alla base di ricarica senza farsi trovare in mezzo: che cosa chiedere di più?

Vantaggi

  • Potenza e qualità della pulizia ottimali
  • Pulisce tutta la casa perché quando è scarico si carica e si rimette a pulire
  • Si può controllare comodamente da smartphone

Svantaggi

  • Nessuno, a parte... il prezzo!

Scheda tecnica

  • Diametro: 35 cm
  • Altezza: 9,2 cm
  • Peso: 3,9 kg
  • Autonomia: 120 minuti
  • Tempo di ricarica: 180 minuti
  • Ritorno automatico alla base: si
  • Muri virtuali inclusi: si (due)
  • Rumorosità: 70 dB
  • Potenza: 33 W

Conclusioni

C’è poco da dire di questo Roomba 980: è il robot aspirapolvere per eccellenza. Non solo la potenza e la qualità della pulizia sono ottimali, ma anche il fatto che si orienta bene, che se finisce la batteria torna a caricarsi e poi riprende a funzionare, che si può controllare dall’app, che se trova qualche problema ce lo dice con messaggi vocali e notifiche sull’applicazione, che ha i muri virtuali inclusi, che ha i filtri per il riciclo d’aria quindi è adatto per gli allergici, che non necessita dei Lighthouse come i modelli inferiori... Mi fermo qui perché di difetti non ne abbiamo trovato nemmeno uno, nemmeno guardandolo con spirito critico e cercandoli, se non ovviamente quelli dovuti ai limiti non del dispositivo ma di tutti i dispositivi “Robot aspirapolvere”, che evitiamo di menzionare. Unico problema per chi lo vuole? Sicuramente, il prezzo. Si, perché è un prezzo a quattro cifre. E la prima, almeno nel momento in cui scrivo... non è un 1.

Andamento del prezzo

Il grafico mostra il prezzo del robot aspirapolvere iRobot Roomba 980 negli ultimi mesi:

Video del robot aspirapolvere iRobot Roomba 980

Il nostro voto

fullfullfullfullfull
iRobot Roomba 980
Recensito da con voto: 5 su 5

Vuoi sapere quali parametri abbiamo considerato per formulare i voti?
Guarda la nostra tabella di valutazione.

Confronta il Roomba 980 con altri modelli

Abbiamo preparato dei confronti testa a testa per permetterti di scoprire velocemente le differenze tra un modello di Roomba e l'altro:

Commenti e domande

Utilizza questo spazio per commentare o fare domande sul robot aspirapolvere iRobot Roomba 980.
Risponderemo quanto prima per toglierti ogni dubbio!

Altri robot della stessa marca