Progettato per venire incontro alle esigenze di una platea decisamente esigente, si tratta di un robot per la pulizia dei pavimenti molto avanzato, con prestazioni invidiabili ed un costo davvero non alla portata di tutti. A caratterizzarlo sin dalla prima occhiata sono un design moderno e lineare, ma se si indaga la scheda tecnica si scoprono algoritmi di alto livello e sistemi di filtraggio delle polveri avanzato che lo rendono un robot da casa dalle prestazioni davvero alte, in grado di attrarre i favori di che vuole soltanto il meglio.

Adatto ad un pubblico che non si fa grandi problemi di spesa, ma che al tempo stesso richiede un dispositivo che abbia bisogno di un intervento umano ridotto al minimo. Il Neato Robotics Botvac D7 è compatibile ad alto livello con le reti domotiche più diffuse e richiede obiettivamente il minimo sforzo mentale possibile per essere compreso, programmato ed utilizzato. Una volta passata la fase iniziale in cui la macchina inizia ad orientarsi, l'interfaccia avanzata dell'applicazione di gestione permette di essere compresa in tempi minimi. Vediamo quindi le caratteristiche e le prestazioni del Botvac D7.

Aspetto e caratteristiche

Il robot si presenta con un frontale rotondo e la parte posteriore rettangolare, piuttosto inusuale per un apparecchio per la pulizia dei pavimenti ma che è giustificata dalle dimensioni del serbatoio per la polvere aspirata. Il robot è alto appena 10 cm scarsi, per una larghezza massima di 32 cm, è dotato di una spazzola convogliatrice laterale a 5 baffi. La forma inusuale e le dimensioni minime gli permettono agevolmente di spostarsi anche in ambienti estremamente affollati senza troppi problemi, una volta effettuata la mappatura.

Ha un'ampia bocchetta aspiratrice posizionata sul retro e dotata di una spazzola che permette di aiutarla a sollevare anche gli elementi più gravosi dello sporco sul pavimento, con un'elevata potenza di aspirazione. La movimentazione del robot avviene tramite due grandi ruote siliconate regolabili per altezza, situate più o meno al centro lungo l'ipotetico diametro trasversale e due piccole rotelle sferiche che gli consentono di navigare liberamente all'interno degli spazi e di regolare l'altezza in funzione della tipologia di pavimento da trattare, che si tratti di resina, marmo oppure moquette. Grazie al sistema di sollevamento intelligente può fra l'altro regolare anche l'altezza della bocchetta di aspirazione per trattare in maniera differente le varie superfici.

Le ruote di trazione sono tacchettate e siliconate in modo tale da offrire un'adeguata presa su ogni tipo di superficie, ma al tempo stesso non elettrostatiche e soprattutto in grado di non raccogliere peluria e simili, in modo tale da non rischiare il blocco. La spazzola convogliatrice permette di spostare agevolmente anche detriti di grandi dimensioni con uno sforzo ridotto tramite l'effetto radente dei cinque baffi semirigidi ed antigraffio. Il sistema di controllo garantisce che in caso di sovraccarico tutto il meccanismo di aspirazione si fermi e se il ciclo di controllo non consente di risolvere la questione, l'avvisatore acustico si attiva per richiedere l'intervento umano e al tempo stesso il problema viene comunicato a tutti i sensori della rete domotica.

Sistema laser di ultima generazione

La navigazione sfrutta una sorgente laser montata sulla sommità del robot frontalmente, unita ad un sistema meno accurato ad ultrasuoni che permette una mappatura a più livelli dello spazio da trattare. Il raggio esploratore provvede alla realizzazione di una mappa della casa all'altezza opportuna per il robot, che sarà poi salvata all'interno dei banchi di memoria per i cicli successivi. La funzione avanzata consente di aggiornare le mappe in base al confronto con quelle precedenti per determinare la presenza di modifiche per la navigazione. Questo si traduce in un miglioramento progressivo delle prestazioni del robot, man mano che affronta nuovamente percorsi già noti.

Se quindi i primi cicli possono essere leggermente difficoltosi, il sistema di apprendimento permette alla macchina di creare una mappa evoluta dello spazio da trattare che resta disponibile in seguito e viene riportata anche nell'app. Non c'è quindi da preoccuparsi se durante le prime esecuzioni il robot presenterà dei tentennamenti, perché fanno parte del processo di apprendimento e di mappatura. Il sistema di navigazione in sicurezza della macchina di permette di evitare ostacoli pericolosi come gradini, che vengono riconosciuti dalla mappatura tridimensionale ed evitati scrupolosamente.

Grazie alla mappa, il robot non si trova mai in contatto con le superfici come i bordi dei mobili o le pareti, da cui si tiene a debita distanza, lasciando che siano le spazzole a lambirli per rimuovere lo sporco. I bordi del robot sono comunque protetti da paraurti in silicone antimacchia che garantiscono in ogni caso la sua incolumità in caso di urti accidentali, per esempio con un animale domestico o una persona.

In fase di programmazione è possibile definire una funzionalità molto interessante che è quella della polizia per zone. È infatti completamente inutile che il robot percorra ripetutamente zone non necessarie, trascurando e magari altre più frequentate a causa del consumo della batteria. Ad esempio si può stabilire in programmazione che la macchina debba visitare ad una certa ora la sala da pranzo, tralasciando le altre stanze e trattare ad esempio una volta la settimana il salotto buono che non essendo frequentato si sporca meno. In questa maniera si ottiene un ottimo risparmio dal punto di vista energetico e soprattutto del rendimento delle batterie. L'impiego di questo algoritmo si rende necessario per esempio in una prospettiva in cui lo spazio da trattare sia molto grande rispetto all'autonomia delle batterie.

La mappa che viene costruita tramite il puntatore laser è poi disponibile direttamente sull'applicazione di controllo e questo permette al programmatore di decidere quali sono gli spazi da gestire e le aree di interesse, oltre che a correggere eventuali errori di valutazione. In fase di schedulazione delle operazioni si può suddividere l'appartamento in più zone ed il robot tratterà soltanto quelle per il quale stato programmato l'intervento in un dato giorno. la funzione è molto utile ad esempio come si intende suddividere i cicli operativi per piani o per zone, perché sebbene molto avanzato, il robot è pensato per lavorare in uno spazio bidimensionale ed ogni piano deve essere considerato un livello a se stante e non comunicante con gli altri.

Per quanto riguarda l'integrabilità del sistema all'interno di una rete domotica il Botvac D7 è compatibile con Apple Watch, Amazon Echo e Google Home, oltre che poter essere amministrato tramite l'app sullo smartphone per consentire il massimo della versatilità. L'utente può quindi colloquiare con la macchina anche online da remoto attraverso la rete Internet. la completa integrazione con i sistemi intelligenti e di domotica offre anche il vantaggio del continuo aggiornamento del software e dei programmi per l'ottimizzazione della gestione energetica e del trattamento dei diversi tipi di sporco.

Vantaggi

  • Integrabile in ogni sistema standard di domotica
  • Compatibile con Amazon Alexa e Google Home
  • Gestibile via app, telecomando o sistemi intelligenti per la casa
  • Sistema di mappatura accurata degli spazi di lavoro
  • Definizione dei livelli della casa
  • Antiurto e antiribaltamento
  • Serbatoio polvere molto capace
  • 120 minuti di autonomia con 150 minuti di carica
  • Modalità di carica veloce
  • Rientro automatico al dock
  • Silenzioso
  • Navigazione laser ed ultrasuoni
  • Ruote antistatiche
  • Programmabile nel dettaglio

Svantaggi

  • Non lava i pavimenti
  • Non ha accessori per lucidare
  • Costo piuttosto elevato
  • Alcune difficoltà di learning
  • Possono verificarsi alcune conflittualità con le configurazioni della rete WiFi

Scheda tecnica

  • Diametro: 32 cm
  • Altezza: 10 cm
  • Peso: 3,4 kg
  • Regolazione altezza ruote: sì
  • Potenza: 61 W
  • Autonomia batteria: 120 min
  • Programmazione: sì
  • Tempo di ricarica: 2.5 ore
  • Ritorno automatico alla base: sì
  • Segnalazione contenitore pieno: sì

Conclusioni

Si tratta di un dispositivo di domotica avanzata per la pulizia dei pavimenti, estremamente evoluto, con un elevatissima capacità di mappatura dello spazio operativo grazie ad un sistema laser di ultima generazione, unito agli ultrasuoni tradizionali, che consente la costruzione di percorsi che sono in grado di adattarsi alle modifiche e di sfruttare al meglio le possibilità offerte della sua programmazione. Il sistema di pulizia a spazzola laterale permette di raggiungere anche gli angoli difficili e trattandosi di un robot di dimensioni molto contenute non ha grandi difficoltà a raggiungere anche gli spazi più angusti.

La grande limitazione è nella quantità bassa di accessori per il trattamento del pavimento, perché non consente, per esempio, il lavaggio o la lucidatura. In ogni caso garantisce un livello molto accurato di rimozione della polvere e la possibilità di una risposta dinamica anche agli ostacoli, grazie alle ruote che possono cambiare l'altezza del robot. Il suo livello di sicurezza è altissimo. unito a notevoli prestazioni dal punto di vista della durata delle batterie che toccano 120 minuti e del tempo di ricarica che consente di rimetterlo in azione fino a 2 volte senza carica completa in un tempo di appena 150 minuti, quasi la metà rispetto a sistemi analoghi. Anche dal punto di vista delle prestazioni acustiche il robot si distingue con livelli di emissione piuttosto bassi, con un massimo di 67 dB che gli permettono tranquillamente di essere utilizzato in ambiente domestico senza arrecare disturbo.

Il nostro voto

fullfullfullhalfempty
Neato Robotics Botvac D7
Recensito da con voto: 3.5 su 5

Vuoi sapere quali parametri abbiamo considerato per formulare i voti?
Guarda la nostra tabella di valutazione.

Commenti e domande

Utilizza questo spazio per commentare o fare domande sul robot aspirapolvere Neato Robotics Botvac D7.
Risponderemo quanto prima per toglierti ogni dubbio!

Altri robot della stessa marca