Se avete intenzione di acquistare un robot aspirapolvere a prezzo contenuto, dovete essere disposti a rinunciare a qualche funzione rispetto ai prodotti più performanti.

È il caso del robot Amtidy 320, che abbiamo avuto modo di provare per qualche giorno: è un dispositivo ricco di funzioni, semplice da utilizzare e comodo, sia per chi sta spesso in casa che per chi non c’è, ma ha un difetto che secondo noi è abbastanza difficile da superare, ovvero la scarsissima potenza di aspirazione.

Il suo utilizzo è quindi solamente quello di supporto domestico alle pulizie quotidiane, visto che non riesce da solo a sostituire le operazioni classiche, soprattutto il passaggio di un’aspirapolvere tradizionale; in ogni caso, qualche uso interessante ce l’ha, e noi vi riportiamo le nostre impressioni. Se non volete leggerle tutte, però, potete consultare solamente la sezione delle conclusioni, dove troverete riassunte le nostre opinioni in merito.

Ricco di tante funzioni…

Quando leggiamo la scheda tecnica di questo prodotto, viene quasi da stupirsi di vedere tante funzioni utili in un robot di fascia medio-bassa. E le funzioni sono subito a disposizione nel momento in cui si toglie dalla scatola, nonostante il manuale di istruzioni sia solo in inglese (ma sono molto facili da capire, sono molto intuitive).

Il robot è bello da vedere, perché è lucido; si mette alla stazione di ricarica per caricarlo la prima volta e, dopo qualche ora, è pronto a partire. Manualmente o come vogliamo: si perché possiamo farlo partire direttamente dal robot, usando il telecomando incluso (che farà comodo alle persone anziane, che non possono mettersi in ginocchio) oppure possiamo programmarlo settimanalmente, facendolo partire una volta al giorno per sette giorni. Quando ha finito di pulire torna in automatico alla stazione di ricarica, e la pulizia dura ben 90 minuti.

Non solo: il robot è molto silenzioso (vedremo dopo perché) e si può utilizzare anche mentre siamo in casa o mentre siamo a letto, visto che a porte chiuse non si sente; il muro virtuale incluso permette di non farlo arrivare nelle stanze in cui si dorme, per cui può lavorare anche quando siamo a letto, senza problemi particolari.

… ma carente in quella più importante

Il robot viene presentato come un robot 4 in 1, per le funzioni di pulizia (quindi escludendo quelle che abbiamo visto sopra); si dice che spazza, aspira, lava a secco e igienizza.

Il lavaggio a secco è la lucidatura del parquet o delle piastrelle, e di fatto funziona ben poco (è un panno che viene messo sotto al robot, ma senza acqua…); la funzione di igienizzazione non l’abbiamo capita, invece. Spazzare spazza, perché ha delle appendici che escono da sotto il corpo e che accumulano la polvere che si trova sul pavimento che verrà poi aspirata, mentre l’aspirazione… beh.

Il problema principale di questo robot è la bassissima potenza di aspirazione, da cui dipendono tra l’altro anche il basso rumore e la durata della batteria piuttosto lunga. Spesso infatti la polvere più pesante non viene aspirata, e nemmeno quella che si trova ai lati del robot e negli angoli, dove non riesce ad arrivare 8e non sopperisce con la potenza dell’aspirazione). Il risultato è che, se per terra c’è tanto sporco, lascia praticamente delle scie dietro di esso, e a volte si vedono bene, come nel caso dei peli del nostro cane (cane bianco, pavimento bianco e si vedevano comunque, per cui vi lascio immaginare…).

Non è assolutamente da usare quando in casa non si spazza da qualche giorno, mentre può essere utile in situazioni in cui le pulizie vengono comunque eseguite, ma si vuole un’igiene migliore, come nel caso in cui ci siano bambini piccoli che gattonano per terra oppure di persone anziane che fanno spazzare ad un collaboratore domestico e non possono farlo da soli (cosa che collima bene con l’utilizzo del telecomando).

Questo significa che il robot, per la sua funzione più importante che è quella di pulizia, è utile solamente in alcune situazioni, ma non per l’utilizzo “normale” che si fa di un dispositivo di questo tipo.

Vantaggi

  • Batteria di lunga durata
  • Possibilità di programmazione su base settimanale
  • È molto silenzioso

Svantaggi

  • La funzione di aspirazione è ridotta al minimo, non pulisce bene

Scheda tecnica

  • Diametro: 35 cm
  • Altezza: 8,7 cm
  • Peso: 4 Kg
  • Potenza: 11 W
  • Autonomia batteria: 90 minuti
  • Programmazione: Si
  • Tempo di ricarica: 3 ore
  • Ritorno automatico alla base: si
  • Muro virtuale incluso: Si

Conclusioni

Il robot aspirapolvere Amtidy A320 è un robot ricco di funzioni, anche rispetto a robot di fascia più alta rispetto alla sua, ma allo stesso tempo pecca in quella principale, che è l’aspirazione, davvero povera in potenza.

Una famiglia che prende il robot perché ha l’intenzione di non spazzare non si troverà bene con questo robot, perché tende a lasciare la polvere in giro e quindi non toglie il lavoro domestico, cioè quello che dovrebbe fare.

Recupera però per le funzioni molto interessanti che sono quelle accessorie, tra cui la programmazione settimanale e la possibilità di controllarlo in ogni modo con il telecomando incluso nella confezione: per chi ha problemi di mobilità o per chi vuole avere il pavimento sempre pulitissimo, anche a costo di utilizzare una combinazione di scopa+robot, può andare bene, soprattutto perché gli automatismi funzionano: per chi, però, non è interessato alle funzioni accessorie ma solo alla potenza di aspirazione, questo dispositivo non va bene.

Video del robot aspirapolvere AmTidy A320

Il nostro voto

fullfullfullemptyempty
AmTidy A320
Recensito da con voto: 3.2 su 5

Vuoi sapere quali parametri abbiamo considerato per formulare i voti?
Guarda la nostra tabella di valutazione.

Commenti e domande

Utilizza questo spazio per commentare o fare domande sul robot aspirapolvere AmTidy A320.
Risponderemo quanto prima per toglierti ogni dubbio!

Altri robot della stessa marca